George Michael, la telefonata del compagno al 999

1George Michael, la telefonata del compagno al 999

Non si dirada la nebbia intorno che avvolge le ultime ore di vita di George Michael, morto a 53 anni il giorno di Natale dello scorso anno. L’ultimo tassello da aggiungere al quadro della vicenda è la registrazione della telefonata che Fadi Fawaz, compagno del cantante, fece la mattina di Natale al 999 per denunciare il ritrovamento del corpo di Michael.

La telefonata misteriosa

Il Sun ha pubblicato il testo della telefonata che Fai Fawaz fece al 999 per dare l’allarme della morte di George Michael. Fawaz, risulta dalla registrazione, dice: “Sto cercando di farlo rinvenire da ore ma non è stato possibile. Se n’è andato. È blu. Se n’è andato”. A quel punto l’interlocutore chiede dove si trovi il corpo di Michael e lui risponde: “È nel letto. Morto. È freddo e blu..sì, ed è rigido“.

A quel punto l’operatore gli chiede se c’è la possibilità di fare qualcosa per lui e Fai spiega che ha passato l’ultima ora a cercare di farlo rinvenire. Quando l’operatore chiede se la sua morte fosse un evento in qualche modo atteso, l’uomo risponde: “No, no,no,no,no, ho aspettato ore prima di svegliarlo, per come dire, sai, per ore e lui non si svegliava, quindi sono venuto per svegliarlo e lui era morto, sai, non c’è più”. Dopodiché, aggiunge: È George Michael, sai, il cantante..?”. Subito dopo l’operatore comunica a Fawaz che l’ambulanza sta arrivando e di non muovere il corpo.

I post su Twitter

Sebbene, come visto, Fawaz abbia definito la morte di Michael inaspettata, su Twitter lo stilista delle star aver scritto, subito dopo la morte del cantante, che non solo l’uomo voleva morire, ma che aveva già anche provato a farla finita. In più di un twitter aveva specificato il concetto: “Finalmente ci è riuscito”, aveva scritto in uno di questi. Subito dopo, l’uomo ha cancellato i tweet, che avevano sollevato forti polemiche.

 

CONDIVIDERE